Close
Viaggiland

Consigli ed Idee di Viaggio

Chi mi conosce sa bene che non sono un amante vero e proprio delle attività all’aria aperta e degli sport “estremi”, ma il viaggio a Tarapoto mi ha fatto cambiare radicalmente idea.

In Questo Articolo:

Tarapoto, Totalmente immersi nel Verde

E’ doveroso dire che, all’interno del nostro tour peruviano,  la visita a Tarapoto è stata fin dall’inizio quella più incerta, per via dei vari impegni di lavoro e per il poco tempo a nostra disposizione.

Ma alla fine una decisione lampo ci ha convinti a partire e devo ammettere che tutti quei fattori inaspettati e improvvisi che abbiamo incontrato hanno fatto si che io vivessi probabilmente  i tre giorni più divertenti della mia vita.

OK, siamo all’inizio del mio racconto e non vi ho detto molto lo ammetto, però se vi state chiedendo “ dove si trova Tarapoto?” oppure “perché scegliere una località così remota?”….proseguite nella lettura!

Lasciate che vi descriva brevemente dove mi ha portato il mio viaggio: Tarapoto, è anche chiamata Ciudad de las Palmeras(Città delle palme) ed  è una città collocata nel Perù centro-orientale esattamente alle estremità della Foresta Amazzonica (segnate Amazzonia), in totale via di sviluppo,  la cui popolazione ha grande desiderio di emergere e crescere.

Questa fantastica città rappresenta per i peruviani un centro turistico di notevole importanza; lo è un po’ meno per gli europei, che tendono infatti a scegliere mete sicuramente più classiche.

Attira però chi ama un turismo decisamente a stretto contatto con la natura.

Il suo clima è piacevole, la sua gente è cordiale, il cibo è gustoso e si respira un’aria di grande tranquillità e pacatezza, caratteristiche che la rendono una piccola perla dell’Amazzonia.

Curiosità su Tarapoto Città Del Perù

Importante è la produzione di ceramiche, di cappelli, cesti sia di paglia che in legno intagliato, radici e semi, oltre a oggettistica realizzata con piume di uccelli selvatici.

I colori sono in primo piano.

Il Perù in generale è una tavolozza colorata piena di energia positiva. I piatti più tipici sono caratterizzati da stufati gustosissimi carichi di tradizione e sapore, colmi di ospitalità e amore per l’accoglienza.

La carne e le spezie sono il volto della tradizione culinaria peruviana, caratterizzata da circa 500 piatti diversi che la lanciano direttamente nell’olimpo delle cucine più variegate a livello mondiale.

Pesce, carne, peperoni, verdure, riso e la Chifa… che rappresenta la fusione tra la cultura peruviana e quella cinese.

Amore Eterno Per Tarapoto

Archiviate la sezione “notizie generali” perché ora passo con piacere a raccontarvi il nostro viaggio.

Se avete letto i miei articoli precedenti, sapete già che i nostri voli sono al mattino presto o la sera, estremamente tardi. Il nostro biglietto aereo per Tarapoto era ovviamente per il volo in tarda serata… (Se non l’avete fatto potete sempre andare qui)

Le  nostre partenze e i nostri arrivi, sono sempre lasciati al caso, rischiando spesso di attendere a lungo un taxi o un altro mezzo di fortuna che ci porti a destinazione.

Giusto per dover di cronaca è bene che sappiate che  in alcune città il servizio Uber e altre app non funzionano, tocca quindi optare per i metodi più classici.

Questa volta abbiamo optato per un piano diverso: prima di partire ci siamo infatti affidati ad un’agenzia che ha organizzato interamente il nostro weekend compresi i transfer per tutti i nostri spostamenti, includendo arrivo e partenza dall’aeroporto.

Oltre ai transfer, fattore marginale, con un costo davvero irrisorio l’agenzia si è occupata anche di:

  • prenotare l’Hotel per i tre giorni di soggiorno ( N.B. purtroppo il primo hotel non era adeguato alle nostre necessità e per questo l’agenzia si è attivata prontamente per trovare una sistemazione perfetta per noi :D!);
  • organizzare  le varie attività svolte durante il weekend.

Siamo stati trattati moooolto bene, considerando la prontezza con cui è stata risolta la situazione albergo e la perfetta e dettagliata organizzazione di tutto il soggiorno, caratterizzata dall’assistenza e dalla presenza di persone e guide super gentili e competenti.

Ecco perché ringraziamo l’agenzia Tierra Verde e la consigliamo vivamente a tutti coloro che desiderano fare sosta a Tarapoto. Il loro sito web è-> tourstierraverde.com.

Tarapoto, 3 Giorni di Attività M-E-R-A-V-I-G-L-I-O-S-I

Tarapoto è una città dove l’acqua fa da protagonista e ovviamente le nostre attività sono state strettamente legate alle cascate, alla navigazione del  “Rio” e alla visita di fantastiche oasi proprio al centro della foresta.

L’ Amazzonia è la nostra ultima meta e certamente la più “particolare” ,  ecco perché abbiamo optato per una serie di attività a contatto con la natura per  meglio preparare il corpo e la mente al nostro rientro a Tallinn.

Siamo arrivati  Giovedì in tarda serata… il tempo di cenare e subito a nanna, per essere pronti ad affrontare il weekend pieni di energie e di vitalità!

Venerdì, Rafting Spettacolare Lungo il Fiume Mayo

Il venerdì mattina è stato abbastanza tranquillo, abbiamo infatti fatto un piccolo tour in città approfittando per la mia disperata ricerca di un costume da bagno ( … lo ammetto: pur sapendo di avere un sacco di attività acquatiche ho dimenticato il costume! ☹)

Come direbbe Anni “Anto sei sempre il solito!!”. Vabbè il costume si può sempre comprare… e fortunatamente lo abbiamo presto rimediato!!

Abbiamo pranzato al volo, siamo ritornati in hotel e abbiamo atteso il gruppo per dare inizio alla nostra avventura. Il gruppo sul pulmino era internazionale, con prevalenza di sud americani, con noi anche una ragazza francese e, se la memoria non  mi inganna, anche un paio di americani.

Finalmente dopo circa 45 minuti di strade sud Americane, dal panorama strepitoso ma sicuramente sconnesse e imperfette,  abbiamo raggiunto la destinazione: ha così inizio la nostra esperienza “rafting” sull’imponente fiume Mayo.

Il mio primo rafting, la mia prima esperienza su uno dei fiumi più grandi al mondo!!! Ho un buon rapporto con il mare e in generale con l’acqua, non ero agitato, però l’adrenalina non mancava anzi… ha raggiunto livelli storici!!!!

Le onde, la corrente e i momenti di recupero …tutto perfetto. La location pazzesca, la compagnia incredibile. La corrente del fiume, la vegetazione fitta…un’emozione incontenibile, non riesco purtroppo a trovare le parole giuste per descrivervi a pieno quello che ho provato.

Questo è certamente uno di quei  momenti della vita che restano incisi nella memoria creando ricordi indelebili, per sempre.

Dopo meno di un’oretta di navigazione in una parte più tranquilla del fiume, abbiamo avuto la possibilità di fare qualche tuffo nel fiume e  di giocare le corde, facendo dei super tuffi, da film!

Siamo rientrati a casa prima di cena, sfiniti, stanchi, super umidicci… ma felici.

Sabato, Trekking Nel Bel Mezzo Dell’Amazzonia

Questo venerdì pomeriggio pazzesco ci ha caricati e preparati ad affrontare la giornata di sabato. Colazione abbondante internazionale, costume ed abbigliamento a cipolla ( quello misto, non la verdura!)  per affrontare caldo, freddo e umido.. siamo pronti per questa giornata fuori porta.

Come di consueto abbiamo atteso  in hotel il pulmino direzione cascata di Carpishuyacu.

Dopo 40 minuti di viaggio siamo arrivati all’ingresso della riserva dove è collocata la cascata e abbiamo così iniziato una meravigliosa camminata addentrandoci nella giungla.

Il percorso era esattamente come immaginavo: strepitoso e caratterizzato da piccole e grandi cascate e da magnifiche terme.

Proverò ora a farvi un riassunto della nostra giornata:

  • abbiamo passeggiato nella giungla e fatto il bagno in bellissime cascate;
  • abbiamo  passeggiato per  circa 45 minuti lungo un percorso irregolare e a tratti faticoso, ma comunque fantastico;
  • abbiamo fatto il bagno nell’ampia piscina della cascata di Carpishuyacu, profonda 6 metri (!!!!) ;
  • infine abbiamo pranzato e ci siamo rilassati alle terme naturali godendo di un panorama da copertina

Domenica, Discesa in Corda Doppia, La Grande Non Discesa..

Il tour è iniziato circa alle 8:00 con il transfer in partenza dal nostro hotel; abbiamo subito iniziato il nostro viaggio in direzione cascata di Talliquihui, diretti verso la nostra eccitante discesa in corda doppia.

Non vi nascondo che il paesaggio in questa parte del mondo è spettacolare: la vegetazione è fitta e  unica e mi lascia sempre a bocca aperta!

Lungo il tragitto abbiamo potuto ammirare piantagioni di cacao, piccoli villaggi e tantissima natura incontaminata.

Finalmente siamo arrivati a destinazione e dopo un piccolo tour esplorativo ci siamo preparati con tutta l’attrezzatura adatta a questo tipo di attività: caschetto e imbracatura.

Fare la cronaca minuto per minuto di tutta quest’esperienza purtroppo renderebbe l’articolo molto lento e, credimi, non voglio per nulla annoiarvi!

Ma è giusto dirvi la verità: purtroppo non sono sceso dalla cascata. Raggiunto il bordo sono stato colto da  un po’ di panico improvviso e ho preferito ritirarmi dal gioco.

L’anno prossimo andrà meglio, ne sono sicuro!!! La mia fidanzata, amante dell’adrenalina e del pericolo, si è divertita effettuando diverse discese della cascata, definendo tutto ciò  “da togliere il fiato!!!”

Anche in questo caso devo ammettere che la guida Made in Holland è stata all’altezza delle aspettative: un  ragazzo davvero interessante, che ha lasciato l’Europa per vivere lontano dal mondo veloce e caotico, preferendo invece un luogo esattamente al centro della natura.

Leggi Anche: 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *