Parco-naturale-Albufera

Se fate un viaggio a Valenciae cercate un posto dove fare un’escursione di un giorno, il Parco Naturale dell’Albuferaè sicuramente tra destinazioni di cui dovrete tener conto.

Si trova a circa 15km dalla città ed è il lago più grande di Spagna, oltre che una delle zone umide più importanti della penisola iberica.

Perciò preparate la fotocamera perchè vedrete dei paesaggi meravigliosi, soprattutto al tramonto con le tonalità rossastre e dorate sulle acque del lago.

L’Albufera in origine era un golfo che ha finito per chiudersi a causa dei sedimenti trasportati dai fiumi Jucar e Turia, divenendo uno specchio d’acqua dolce noto per i suoi particolari paesaggi e la grande varietà di fauna selvatica, in particolare tra i pesci e gli uccelli, un grande luogo di interesse ornitologico e faunistico con fenicotteri, aironi bianchi ed altre specie.

La parte di terraferma del lago è una nota palude dove si coltiva il riso, un posto che vale la pena visitare soprattutto in estate quando diventa un vasto mare di fili verdi e spighe dorate.

Nel corso del tempo il terreno ha sottratto sempre più estensione all’acqua, infatti si è passati dai 30mila ettari dell’epoca romana ai 3000 circa attuali. Da quando è stato dichiarato Parco Naturalenel 1986 non ha modificato la sua conformazione.

Durante una gita all’Albuferasi consiglia di navigare con una barca da pesca, che si può prendere anche a El Palmar, il piccolo villaggio nell’isola al centro del lago che si raggiunge attraverso un sentiero circondato da giardini e coltivazioni.

Non pensate di pescare però, perchè solo chi fa parte della Comunitat de Pescadors del Palmar, la comunità di pescatori locali, è autorizzato a pescare in quelle acque.

Questo pittoresco paese custodisce gelosamente cinque antiche barracas, le costruzioni dove i valenciani riponevano le attrezzature necessarie alla pesca e alle coltivazioni.

Un’occasione per conoscere meglio le tradizioni di questo luogo così speciale è la festa del Cristo della Salute, che si tiene il 4 agosto con una processione di barche sulla laguna, con canti e musica, dove al ritorno suonano le campane e si sparano i fuochi d’artificio; il 6 agosto invece si tiene una processione notturna per le vie del paese.

Anche se non siete in viaggio con l’auto, è facile raggiungere il Parco Naturale dell’Albufera grazie all’autobusche parte con varie fermate in diversi posti di Valencia, anche dalla stazione ferroviaria, scendendo alla fermata del molo del Palmar dopo pochi minuti di viaggio.

Per il ritorno a Valencia c’è lo stesso autobus. Potete anche decidere di fare tutta l’escursione con l’Albufera Bus Turistic, che vi farà esplorare tutto il parco nei dettagli e conoscere gli ecosistemi delle risaie, con la gita in barca inclusa nell’escursione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Viaggiland

Consigli ed Idee di Viaggio